Comunicato Stampa n° 5

ALESSANDRO GINO E DANIELE MICHI VINCONO LA RONDE DEL CANAVESE
Un colpo di scena finale permette al francese Giraldo di chiudere al secondo posto
Chentre, in lotta per la vittoria fino all’ultimo chiude terzo assoluto

Un Finale entusiasmante e incerto fino all’ultimo metro, ha consegnato  ad Alessandro Gino e Daniele Michi in gara sulla Hyundai I20 la vittoria assoluta nella 16° edizione della Ronde del Canavese competizione motoristica che come tradizione ha ufficialmente aperto la stagione 2022 dei rally in Piemonte. La gara promossa dalla Rt Motorevent ha visto al via 107 equipaggi. La sfida si è fatta subito molto interessante con Alessandro Gino e Daniele Michi al via sulla Hyundai I20 indicati fra i  favoriti della vigilia, autori del miglior tempo sul parziale di apertura.

La reazione degli avversari non si è tuttavia fatta attendere. In modo particolare quella di Fabrizio Bianchi al volante della Skoda Fabia insieme a  Silvia Rocchi abili a vincere entrambi i passaggi nella fase centrale della gara che ha permesso al pilota e preparatore di Trofarello di dimezzare lo svantaggio accumulato sulla prova iniziale e portarsi a ridosso del terzetto di testa. I successi di Bianchi non hanno impedito a Gino e Chentre di continuare il loro duello ravvicinato con il valdostano protagonista di un testa coda sul secondo round ma in grado di riavvicinare l’avversario sul terzo passaggio, approfittando anche di un problema ad una sospensione sulla Hyundai di Gino che portava il valdostano a soli 1”4 dal capofila Un ultima prova cambiava tuttavia le carte in tavola. Gino era il più veloce e conquistava il successo. Chentre dal canto suo subiva il sorpasso del francese Giraldo che proprio al fotofinish conquistava la piazza d’onore.

Detto del terzo posto di Elwis Chentre e Fabio Grimaldi , alle spalle di Chentre concludono Fabrizio Bianchi e Silvia Rocchi sulla Skoda Fabia fra i protagonisti in positivo di questa edizione con la vittorie nella seconda e terza prova che ha permesso loro di cementare una merito risultato finale dopo due anni di inattività.. Alle spalle di Bianchi chiudono Angelo Morino al via con l’esordiente Alessandro Rossero sulla Polo R5 seguiti nell’assoluta dagli ottimi Federico Santini e Marco Borsotti sulla Skoda Fabia. Enrico Tortone e Gabriele Romei sono protagonisti di un incidente senza conseguenze per l’equipaggio ma che costringe la direzione gara a sospendere la prova per alcuni minuti e in seguito ad assegnare il tempo imposto dal concorrente numero 72 in ottemperanza delle nuove disposizioni della federazione.

Giovanni Bausano e Andrea Scali oltre ad essere settimi nella generale si aggiudicano il trofeo dedicato a Gino Bellan riservato al primo equipaggio canavesano in classifica. Bausano, autore di un’ottima prestazione se si esclude una divagazione sulla prima prova, ha avuto la meglio nel duello tutto canavesano con Cristian Milano e Nicolò Cottellero anche loro su una Skoda (Specialcar) i quali concludono in nona posizione dietro a Loris Ghielfi e Roberto Ruggeri sulla Skoda Fabia. Chiudono la Top ten Alessandro Furci e Edoardo Brovelli anche loro su una Skoda. Hanno concluso la gara 89 vetture.